Guida alla pubblicazione di un’app su Google Play Store con successo

vi aiutiamo a pubblicare la vostra app o il vostro gioco sul play store

Una volta terminata la fase di sviluppo e di test, si passa alla prova del nove: il caricamento dell’applicazione su Google Play. Questo è il momento di presentarlo agli utenti e di attendere i download.

Se è la prima volta e volete sapere come creare un account su Play Store o cosa fare per pubblicare un’app, su Tutto Play Store abbiamo preparato questa guida dettagliata. Scoprite passo dopo passo come pubblicare un’app per Android.

Come pubblicare la vostra applicazione su Google Play passo dopo passo

Una volta caricate diverse app, il processo sarà più semplice. Tuttavia, pubblicare un’applicazione per la prima volta può essere una sfida se non si conosce la procedura.

Google Play ha tutta una serie di regole e requisiti che dovrete rispettare per assicurarvi che la vostra applicazione raggiunga gli utenti. Prendete nota dei nostri consigli.

Passo 1: creare un account sviluppatore

Se si carica un’applicazione per la prima volta, è necessario creare un account sviluppatore su Google Play. Per farlo, è necessario disporre di un account Google e fornire le informazioni richieste.

Una volta accettato l’accordo di distribuzione per sviluppatori, è necessario pagare la quota di registrazione, una tantum di 25 dollari. A questo punto è possibile inserire i dati del proprio account. Agli utenti verrà mostrato il nome dello sviluppatore, ma è possibile aggiungere altre informazioni di contatto: sito web, e-mail di contatto e indirizzo fisico.

Inoltre, se la vostra applicazione include acquisti in-app o è a pagamento, dovrete anche impostare un profilo di pagamento. Questo profilo consente di controllare i pagamenti mensili e di accedere ai rapporti di vendita dalla Play Console.

Se si carica un’applicazione per la prima volta, è necessario creare un account sviluppatore su Google Play.

Fase 2: Creare una nuova applicazione

Ora che avete configurato il vostro account Play Console, è il momento di caricare la vostra applicazione su Google Play.

Dal menu, selezionare “Tutte le applicazioni” e fare clic su “Crea applicazione”. Ora è necessario selezionare la lingua predefinita e aggiungere il titolo dell’applicazione che apparirà nel negozio. In caso di dubbio, non preoccupatevi, potete cambiarlo in seguito.

A questo punto, non resta che fare clic su “Crea”.

Passo 3: completare la scheda Play Store

Prima di pubblicare l’applicazione, è necessario completarne l’inserimento nel Play Store. Queste sono le informazioni che gli utenti vedranno e che permetteranno loro di trovarvi attraverso le ricerche.

Pertanto, sebbene vi siano campi obbligatori e facoltativi, si consiglia di completarli tutti. Più informazioni fornite, più facile sarà per voi apparire nelle ricerche.

  • Dettagli del prodotto. Questo è uno dei punti più importanti. È necessario indicare il nome dell’app (massimo 50 caratteri), una breve descrizione (massimo 80 caratteri) e la descrizione completa (4.000 caratteri). Il nome deve sempre includere la parola chiave che si ritiene possa portare il maggior traffico. Prendete in considerazione uno studio delle parole chiave per prendere la vostra decisione. Tuttavia, non bisogna includere parole chiave senza senso solo per ottenere traffico. Se lo fate, potreste causare la sospensione dell’applicazione da Google Play.
  • Risorse grafiche. C’è solo una possibilità di fare una buona impressione. Curate gli screenshot e i video che includete nella descrizione della vostra app. È possibile includere fino a 8 screenshot, per ogni tipo di dispositivo supportato. Devono riflettere le funzionalità principali ed essere attraenti per attirare l’attenzione degli utenti.
  • Lingue. Per impostazione predefinita, la lingua predefinita è l’inglese, ma è sempre possibile personalizzarla e persino aggiungere traduzioni della propria applicazione. Se non si includono le traduzioni, gli utenti potrebbero vedere una traduzione automatica. Pertanto, se l’app sarà disponibile in diversi Paesi, è meglio includere una traduzione per garantire una buona esperienza utente.
  • Categoria. A questo punto, è necessario scegliere il tipo di applicazione (app o gioco) che si sta caricando e la categoria in cui rientra. È possibile vedere esempi di categorie qui. Infine, è ancora necessario completare la classificazione dei contenuti, ma per questo è necessario caricare prima l’APK, quindi per il momento si può saltare questo passaggio.
  • Dettagli di contatto. Come minimo, dovreste fornire un indirizzo e-mail per consentire agli utenti di contattarvi. Tuttavia, potete anche aggiungere un sito web o un numero di telefono per offrire più modi per contattarvi. Decidete voi!
  • Informativa sulla privacy. In questa fase, dovete includere un url con la vostra politica sulla privacy, in modo che gli utenti sappiano come utilizzerete i loro dati riservati e quelli del loro dispositivo. Inoltre, se l’applicazione richiede l’accesso a informazioni o contenuti sensibili, il link all’informativa sulla privacy deve essere presente nella scheda del Play Store e all’interno dell’applicazione.

Passo 4: caricare l’APK

Ora è il momento di caricare il codice sorgente della vostra applicazione o APK. Tuttavia, prima di poter caricare l’APK, è necessario creare una versione dell’app. Nella Play Console è possibile creare versioni dell’app, nel menu “Gestisci versioni” / “Versioni app”.

Potete scegliere se rilasciare un test interno, una versione chiusa per un ampio gruppo di tester, una versione aperta o già, creare una versione di produzione che sarà disponibile per tutti gli utenti dell’applicazione.

Passo 5: classificazione dei contenuti

Le applicazioni di Google Play devono fornire agli utenti informazioni sulla loro classificazione per età. È molto importante completare il questionario di valutazione dei contenuti dopo aver caricato il codice sorgente. In caso contrario, la domanda verrà visualizzata come “Non valutata” e potrebbe essere rimossa dal negozio.

A tal fine, selezionare l’applicazione dalla Play Console e, dal menu di sinistra, selezionare “Presenza su Google Play Store” / “Valutazione dei contenuti”.

Passo 6: Definizione dei prezzi e della distribuzione

Il primo passo è decidere se l’app sarà gratuita o a pagamento. Si noti che è sempre possibile convertire un’applicazione a pagamento in un’applicazione gratuita, ma non il contrario. A questo punto, potete anche indicare in quali Paesi volete che la vostra app sia disponibile.

Passo 7: inviare l’applicazione per la revisione

Prima di inviare la vostra applicazione per la revisione, rivedete le informazioni che avete compilato. Assicuratevi che il nome sia corretto, che la scheda Play Store contenga informazioni pertinenti, ecc. Se tutte le informazioni sono complete, ogni sezione sarà contrassegnata da una spunta verde.

A questo punto, è sufficiente tornare alla sezione “Versioni delle app”, controllare la versione che si desidera avviare e selezionare “Rivedi e avvia”, per verificare che non vi siano problemi con la versione. Non resta che selezionare “Conferma lancio” per caricare l’applicazione sul Google Play Store.

Passo 8: Attendere

Ora dovrete attendere che la vostra applicazione venga esaminata e resa disponibile nel negozio. Se si tratta della prima applicazione, la convalida può richiedere un paio di giorni. Tuttavia, una volta caricate diverse app, l’attesa può essere di poche ore.

Se avete dubbi sul pubblicatto della vostra applicazione su Google Play, potete contattarci.

4/5 - (12 votes)
Tutto Play Store

Lascia un commento